FAQ: Cosa è necessario e/o utile fare nei 30 mesi intercorrenti tra la data iniziale di priorità o deposito e il momento in cui si deve entrare nelle fasi nazionali e/o regionali?

Nel periodo di 30 mesi intercorrente tra il deposito iniziale ed il momento in cui si deve decidere in quali nazioni proseguire le pratiche, cioè effettuare l’entrata nelle fasi nazionali e/o regionali, bisogna distinguere i due casi, cioè se si è eseguito oppure no il deposito originario in Italia oppure si è depositata direttamente la domanda PCT. Nel primo caso si possono utilizzare i primi 12 mesi per mettere a punto l’invenzione (vedere la Q4).

Il periodo successivo di 18 mesi può essere utilizzato per iniziare la commercializzazione del prodotto e contemporaneamente studiare accuratamente gli eventuali brevetti anteriori che il rapporto di ricerca ha considerato interferenti con l’invenzione e preparare le argomentazioni che verranno sottoposte agli esaminatori governativi per dimostrare le differenze rispetto alle anteriorità citate nel rapporto di ricerca, modificando le rivendicazioni in modo corrispondente per evitare l’interferenza con le caratteristiche illustrate in detti brevetti anteriori.

Nell’avviare la commercializzazione del prodotto e stipulare contratti di distribuzione o licenze di fabbricazione con aziende estere, così come nel commissionare la produzione a terzi del proprio prodotto, sarà bene inserire sempre clausole di rispetto del proprio brevetto, anche se ancora allo stato di domanda, nonché di riservatezza delle informazioni tecniche e/o commerciali che il titolare fornirà loro.