Domanda di brevetto internazionale (PCT)

Un’interessante opportunità per effettuare depositi all’estero, entro l’anno di priorità dal deposito di un brevetto nazionale per invenzione industriale o di un modello di utilità, è il trattato chiamato PCT (Trattato di Cooperazione Brevettuale).

Mediante questo deposito unificato, soggetto al pagamento di una tassa di base, il richiedente riceve innanzitutto un rapporto di ricerca, che rivela i brevetti anteriori più vicini al trovato che si vuole proteggere e che deve essere preso come base dagli esaminatori di tutte le nazioni prescelte. A partire dal 2004, inoltre, al rapporto di ricerca viene allegata un’opinione scritta circa la brevettabilità del trovato.

Dopo aver preso visione del risultato della ricerca e dell’opinione scritta, il richiedente può effettuare una selezione delle nazioni o gruppi di nazioni (vedi sotto) in cui proseguire le pratiche, che possono dunque essere rinviate fino ad un massimo di 30 mesi dalla data del deposito iniziale in Italia.

In alternativa, dopo la ricerca e l’opinione scritta, si può richiedere un ulteriore esame preliminare, con il quale l’esaminatore esprime un parere sulle probabilità di ottenere un brevetto nei vari stati. In tal modo le pratiche nazionali vengono sempre rinviate fino a 30 mesi dalla data del primo deposito in Italia.

Il PCT consente dunque di riservarsi il diritto di ottenere il brevetto in un gran numero di stati dopo aver conosciuto lo stato attuale della tecnica, dilazionando così le relative spese ed invero affrontandole solo se il trovato risulta di valore.

DOMANDE POSTE FREQUENTEMENTE SUL PCT

Le 128 nazioni attualmente aderenti al PCT sono:

Gruppo nazioni del Brevetto Europeo:

 

Gruppo nazioni del Brevetto Euroasiatico:

Armenia

Azerbaijan

Bielorussia

Federazione Russa

Kazakistan

Kirghizistan

Moldova

Tajikistan

Turkmenistan

 

Gruppo nazioni del Brevetto Africano Francofono (OAPI):

Benin

Burkina Faso

Camerun

Ciad

Congo

Costa d’Avorio

Gabon

Guinea

Guinea Bissau

Guinea Equatoriale

Mali

Mauritania

Niger

Repubblica Centrafricana

Senegal

Togo

 

Gruppo nazioni del Brevetto Africano Anglofono (ARIPO):

Botswana

Gambia

Ghana

Kenya

Lesotho

Malawi

Mozambico

Namibia

Sierra Leone

Sudan

Swaziland

Tanzania

Uganda

Zambia

Zimbabwe

 

Stati individuali: