Marchi all’estero

A parte il Marchio Comunitario e il Marchio Internazionale, si può comunque decidere di richiedere la registrazione di un marchio nei singoli paesi.

La procedura singola diventa poi necessaria nei paesi al di fuori di tali convenzioni, nei quali il nostro ufficio incarica i migliori colleghi locali, scelti tra la nostra rete capillare di corrispondenti, frutto di decenni di proficua collaborazione reciproca.

L’esperienza e l’abilità dei consulenti è fondamentale nei vari stati esteri che effettuano l’esame del marchio e/o dove è prevista la possibilità di opposizione da parte dei titolari di marchi locali anteriori.

Tra le nazioni di maggiore importanza ove è necessario effettuare depositi individuali segnaliamo:

Canada, Thailandia, Taiwan, Malaysia, tutte le nazioni dell’America Latina, molte nazioni dell’Africa, e molte nazioni asiatiche.

Infine va considerato che in molte nazioni non è possibile chiedere con un unico deposito la protezione per prodotti o servizi compresi in classi merceologiche diverse, ma al contrario è necessario effettuare tanti depositi separati quante sono le classi merceologiche nelle quali si vuole ottenere la protezione.

Da tenere presente che alcune nazioni asiatiche adottano una classificazione locale molto più frazionata di quella in vigore negli altri stati (Classificazione Internazionale).